tessuto

Sfatiamo un falso mito: gli allergici agli acari della polvere non devono rinunciare al piacevole confort degli articoli da letto con imbottitura in piuma e piumino. Il pregiudizio diffusissimo che annovera questi articoli da letto tra le dimore predilette dagli acari sarebbe, dunque, sbagliato.

Sono state condotte delle ricerche dal Dottor Hans Jürgens, direttore dell’Istituto di antropologia industriale dell’Università di Kiel (Germania), che confermerebbero quanto asserito sopra. Dai risultati è emerso che gli allergici alla polvere domestica possono avere coperte con imbottitura in piuma e piumino e che, addirittura, tali articoli sono particolarmente consigliati.
Prendendo in esame le coperte provenienti da più case private, si è rilevata l’assoluta assenza di acari negli articoli da letto con imbottitura di piume.

Occorre partire da un punto determinante: le reazioni allergiche non sono causate dagli acari ma dai loro escrementi e se presenti in quantità massicce. Quindi, la sola presenza degli acari non ha alcun impatto dal punto di vista allergologico. I piccoli nemici hanno le stesse preferenze umane in fatto di condizioni ecologiche, per questo non è così facile disfarsene. Se, però, la presenza massiccia degli acari della polvere può costituire un problema per i soggetti allergici, quali sono le condizioni che ne stimolano la moltiplicazione? Le squame cutanee dell’uomo e degli animali domestici sono il principale nutrimento degli acari, mentre piume e piumini non costituiscono nutrimento per gli acari.

Dallo studio sarebbe, inoltre, emerso che gli acari della polvere domestica sono troppo grandi per penetrare i tessuti degli inlet delle trapunte in piuma e piumino che, pur essendo dotati di una tramatura molto fitta detta “a tenuta di piumino”, svolgono una funzione importante: assicurare lo scambio climatico e dell’aria.

Il risultato delle indagini condotte mette in evidenza i seguenti elementi:

- contrariamente al comune pensiero, le coperte e i cuscini imbottiti di piumino o piume d'oca non sono gli "habitat" preferiti dagli acari. Oltre alla normale manutenzione, il denso tessuto a strati che costituisce la superficie degli articoli da letto con imbottitura funge da barriera quasi insuperabile, proprio in virtù di questo i piumini sono quasi privi di acari.

- le qualità termiche e climatiche dei piumoni, ossia il rapido sviluppo del calore durante il sonno e l’altrettanto rapida diminuzione dell'umidità all'aerazione, sono vantaggiose per l'uomo ma non per gli acari che, invece, ricercano l'umidità.  

- inevitabilmente gli acari sono in tutte le abitazioni e in tutte le camere da letto. Il loro nutrimento prediletto è dato dalle piccole squame cutanee dell'uomo e non da piumini e piume d'oca.  

Dalle ampie indagini scientifiche e ecologiche condotte sull'insorgenza e sulla diffusione degli acari della polvere domestica in tutte le zone climatiche dell'Europa, si può attestare che i piumoni con imbottiture di piumino e/o di piuma d'oca non costituiscono né l’habitat né la fonte di nutrimento degli acari. Non sussiste alcuna ragione scientifica o pratica per giustificare che una persona che soffre di allergia da polvere domestica non possa utilizzare piumoni imbottiti con piumino e/o di piume d'oca.
In conclusione si può affermare che le persone allergiche e gli asmatici possono sentirsi sollevati, non saranno costretti a rinunciare al confort naturale offerto dalle piume d'oca

Se la stagione principale per gli acari coincide con il periodo freddo dell’anno, quando le stanze tornano a essere riscaldate più intensamente, la scelta della corretta biancheria da letto è importante per tenere lontani questi piccoli elementi di disturbo. Le imbottiture con penne e piume naturali, al posto della biancheria da letto sintetica, assicurano un clima piacevole per il sonno e rendono l’ambiente meno confortevole per l’annidarsi degli acari. Un motivo in più per acquistare un piumino d’oca Patiflex.


Ecco alcuni consigli da seguire quando si è allergici:

- la camera da letto deve essere un luogo asciutto, aerabile e privo di muffa.

- l’arredo deve essere semplice e permettere una completa pulizia del pavimento, meglio evitare la la moquette.

- gli abiti e gli indumenti devono essere riposti in armadi ben chiusi.

- sarebbe meglio evitare le poltrone.

- ricoprire con copri-cuscini e copri-materassi specifici per gli acari tutti i cuscini ed i materassi utilizzati nella camera da letto. La speciale fodera antiacaro si chiama Encasing.

- la biancheria del letto deve essere cambiata con una certa frequenza, almeno una volta la settimana. La pulizia con aspirapolvere deve avvenire almeno una volta al mese.

- eliminare dalla stanza libri, giocattoli di peluche e altri oggetti in grado di raccogliere polvere. Sarebbe meglio che nella stanza non ci siano animali e non si tengano piante.  

- evitare tappezzerie, tappeti, tendaggi e drappeggi.  

- è molto importante l’uso di umidificatori. I Dermatofagoidi, infatti, prosperano quando i livelli di umidità relativa sono sul 75-80% e sopravvivono con difficoltà quando scendono al di sotto del 50%.  

- badare al fatto che gli armadi, i cassettoni, i radiatori, le protezioni dei radiatori ed i camini siano privi di polvere.

- non usare cosmetici, ciprie, profumi, insetticidi e sostanze per "deodorare l'aria"; non fumare nella camera da letto.  

- non cambiarsi scarpe o abiti polverosi in camera da letto.