Lavare piumini in lavatrice

Come si lavano i piumini letto? Hai mai provato a pulire il tuo direttamente in casa?

Se la risposta è negativa non preoccuparti, noi di Patiflex ti aiutiamo anche in questo e ti spieghiamo come lavare un piumino d'oca senza rovinarlo e ottenendo un risultato (quasi) da lavanderia!

Prendi carta e penna, segnati le nostre dritte e fai splendere il tuo piumino da letto.

Pulizia e igiene prima di tutto

La pulizia e l'igiene sono due fattori fondamentali in camera da letto. Le nostre trapunte hanno bisogno di essere lavate periodicamente, specialmente quando si passa dalla stagione estiva a quella invernale e i piumini sono stati chiusi per diverso tempo dentro l'armadio.

L'ideale sarebbe pulirli almeno due volte l'anno e si può scegliere di portarli in lavanderia oppure, come in questo caso, usare semplicemente la propria lavatrice. 

La pulizia, ovviamente, vale per tutti i tipi di piumini, sia con piume d'oca che sintetici. Per i primi bisogna fare più attenzione e non rovinare le piume d'oca che si trovano all'interno. Per fare un buon lavoro basta seguire regole precise. Vediamo quali.

Lavare un piumino d'oca in lavatrice

Un piumino in vera piuma d'oca ha bisogno di delicatezza per essere lavato. La prima cosa da fare è assicurarsi di avere una lavatrice capiente, adatta a contenere tutto il piumino. Bisogna poi scegliere un sapone delicato e non aggressivo, in commercio ne esistono di diversi tipi. Sconsigliamo di scegliere quello più economico, una via di mezzo andrà più che bene.

Se la tua lavatrice non è abbastanza capiente non c'è problema: puoi sempre lavare la trapunta direttamente nella vasca da bagno

Torniamo alla lavatrice, per il momento. Inserisci il programma dedicato ai delicati, con una temperatura che non superi i 30 o 40 gradi. Non inserire il candeggio, per non rovinare l'imbottitura del piumone. Se il piumino è bianco puoi sempre pretrattare con un po' di candeggina, ma solo se l'etichetta non lo vieta. Per togliere ogni residuo di sapone, fai almeno due giri di risciacquo, così sarai sicuro di aver tolto ogni rimanenza.

Una volta lavato puoi inserirlo nell'asciugatrice, se ne hai una, impostandola al livello minimo, così da non rovinarlo. Se non hai l'asciugatrice non stenderlo fuori: è un'operazione sconsigliata per diversi motivi. Piuttosto stendilo per intero in uno stendino e lascialo ad asciugare in un posto che non sia umido.

Lavare un piumino d'oca a mano

Come abbiamo detto prima,  piumini possono essere lavati anche a mano, facendo un po' più di fatica rispetto alla lavatrice.

Prepara la tua vasca da bagno con un'acqua di buona qualità, temperatura tiepida e un po' di sapone delicato. Immergi tutto il piumino all'interno della vasca, facendo attenzione che sia completamente ricoperto dall'acqua. Ora devi solo lasciare agire il sapone per almeno un paio d'ore. Una volta terminato il tempo, risciacqualo con acqua corrente, facendo almeno sei diversi cicli a mano (bisogna essere sicuri di aver tolto tutto il sapone). 

Ora fai asciugare il piumone in un luogo asciutto e caldo, senza esporlo al sole.

Questi sono i metodi migliori per lavare un piumino. Tu quale utilizzi, di solito? Preferisci una lavanderia? Parliamone!